.

9. Sommarovina - Passo Forcola - Soazza

tempoTEMPO: ore 3 da Sommarovina al passo Forcola e ore 4 dal passo a Soazza

dislivelloDISLIVELLO: in salita 1250 m e in discesa 1450 m

DifficoltàDIFFICOLTA’: E

 

 

Per iniziare il Percorso si consiglia di salire fino al quartultimo tornante della strada per Olmo e da qui iniziare l’escursione. Si lascia l’auto nel piccolo parcheggio sulla strada (750m) e si percorre la strada agrosilvopastorale che si stacca sulla sinistra del tornante e  poco dopo attraversa sotto un paravalanghe il torrente Genasca.  Si prosegue sulla strada asfaltata fino al bivio e poi ci si dirige a Sommarovina (956m) seguendo la pista sterrata che sulla sinistra dopo pochi minuti raggiunge la Chiesa  dedicata ai  Ss. Giacomo e Cristoforo. A lato  merita una visita la Cappella cimiteriale affrescata da Giovan Giacomo Rieg di Somvix (Canton Grigione) nel 1768.

Si prosegue per il sentiero che porta a Teciàl e tra le case  si osservano dei  càrden  a diversa destinazione, tra cui uno con data 1861 e un caratteristico balcone.

 

Dopo  Teciàl, poco in alto si vede Cant,un piccolo nucleo di case, il sentiero  prosegue  lambendo alcuni edifici tra i quali un Càrden ristrutturato con un affresco sulla parte muraria. Proseguendo  si  raggiunge il dosso del Cigolino da cui si può ammirare un ampio panorama sulla piana di Chiavenna. Si affianca  la casa dei custodi della condotta forzata, per raggiungere Voga e Foppo si sale una breve scalinata fino ad incrociare la nuova strada che sale da Mese. Seguendo un breve tratto di strada con il fondo in cemento, e salendo la dorsale si raggiunge l’indicazione per la deviazione del sentiero che attraversa i nuclei di Voga e Foppo. Mantenendosi in quota, le località si raggiungono dopo circa un’ ora di percorso pianeggiante che percorre la cengia a mezza costa della balza di Menarola sul sedime del tracciolino . A Vòga ci sono due Càrden, uno cadente e uno caduto, mentre nel vicino Al Fòpp (934m) una baita ricostruita e una conservata. Continuando lungo il sentiero si giunge al maggengo di Buglio (1544m), e dopo circa un’ora l’alpe Forcola dove è aperto un Rifugio/bivacco non custodito e poco dopo, il Passo della Forcola mt. 2226 dal quale scende il sentiero nel versante Svizzero che termina  a Soazza dopo 4 ore circa di cammino.

 

 

From Address:
or Map